SISTEMI DI ACCUMULO

Per impianti fotovoltaici

Sono costituiti da particolari “batterie”, studiate e progettate per accumulare l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico, in modo da renderla disponibile all’uso quando l’impianto non è in grado di produrre sufficiente energia per l’autoconsumo, ad esempio di notte, o per immagazzinare e stoccare il surplus di energia autoprodotta negli impianti “stand alone” che alimentano luoghi non serviti dalla rete nazionale.

I vantaggi in un sistema di accumulo
Utilizzare un sistema di accumulo per il proprio impianto fotovoltaico ci consente di ottenere numerosi vantaggi:

  • è in grado di diminuire considerevolmente l’impatto sulle spese elettriche (risparmio in bolletta)
  • è in grado di rendere l’utenza elettrica autosufficiente
  • è in grado, con accorgimenti progettuali, di avere energia elettrica ottimizzata per i carichi privilegiati

Lato produzione o post produzione

I sistemi di accumulo possono essere di due tipi:
  • Lato produzione, installati tra l’impianto fotovoltaico e l’inverter.
  • Post produzione, installati a valle dell’inverter.

I sistemi lato-produzione sono costituiti da un unico inverter installato sul lato corrente continua che controlla contemporaneamente impianto e batterie. Presentano meno perdite dovute alla trasformazione dell’energia elettrica.

I sistemi post-produzione hanno pressoché lo stesso funzionamento, ma sono installati a valle dell’inverter, sul lato corrente alternata. All’impianto viene aggiunto un kit costituito da un secondo inverter e da batterie. Presentano una dispersione di energia maggiore ma è una soluzione comoda per coloro già in possesso di un impianto fotovoltaico, in quanto può essere integrata senza dover sostituire l’inverter già presente.

In un impianto Grid Connected

In un impianto Grid Connected possiamo distinguere in particolare due sistemi di accumulo:
Sistema di accumulo con inverter integrato: comprende all’interno dello stesso contenitore l’inverter per trasformare la corrente continua in alternata e le batterie per l’accumulo di energia. Vantaggi: sono compatti, con un minimo ingombro e facili da installare su impianti di nuova realizzazione.
Sistemi di accumulo indipendenti: inverter e batterie sono separati tra di loro. Vantaggi: configurabile in modo più preciso secondo i profili di carico del cliente; il tecnico, infatti, può scegliere tra differenti tecnologie e capacità di accumulo.
I vantaggi derivanti:
  • l’utente attinge, in primo luogo, alla corrente prodotta dai pannelli fotovoltaici;
  • Se, al momento della richiesta di erogazione di corrente elettrica, l’impianto non produce, l’utente attinge all’energia stoccataprecedentemente nel sistema di accumulo (batterie);
  • Quando le batterie sono scariche l’utente preleva l’energia dal servizio di fornitura elettrica nazionale.
A differenza di quando accade con l’impianto stand alone, che può funzionare come gruppo di continuità, gli impianti grid connected, anche se dotati di un sistema di accumulo, hanno un sistema di sicurezza che disattiva in automatico l’impianto in caso di assenza di tensione di rete.

CONTATTACI

AcconsentoNon acconsento  al trattamento dei dati personali.
   (Leggi Normativa Privacy)